top of page

I benefici psicologici della Danzaterapia

Aggiornamento: 5 giorni fa


“La danza migliora il modo in cui ci sentiamo come risultato dei seguenti meccanismi e percorsi nel corpo umano e cambia persino la composizione del cervello” (Karkou et al., 2017).

  • Endorfine L'aumento degli ormoni circolatori ritenuti responsabili del “runner's high” può essere collegato agli effetti di benessere che si provano durante la danza.

  • Cortisolo In periodi di stress, il corpo rilascia l'ormone cortisolo. Si ritiene che la danza regoli l'asse ipotalamo-ipofisi-surrene, proteggendoci potenzialmente dallo stress a lungo termine.

  • Neurotrasmettitori cerebrali L'attività fisica, compresa la danza, è collegata al miglioramento della trasmissione dei neurotrasmettitori chimici cerebrali, ritardando potenzialmente la fatica, aumentando la concentrazione e offrendo benefici antidepressivi.


Oltre a influenzare il cervello e migliorare le capacità fisiche, ci sono molti e vari benefici psicologici associati alla danzaterapia, tra cui (Karkou et al., 2017; Loman, 2005; Fernandez-Arguelles et al. 2015; Burkhardt & Brennan, 2012) :

  • Rafforzare la coesione del gruppo

  • Aumentare la disponibilità ad aiutare gli altri

  • Migliorare l'autostima e la fiducia in se stessi e ridurre l'ansia

  • Superare lotte emotive come rotture, disturbi alimentari, solitudine e stanchezza

  • Influenzare positivamente i processi fisici, cognitivi, sociali, emotivi, spirituali e creativi

  • Aumentare l'autostima e migliorare le relazioni umane

  • Ridurre il rischio di cadere negli anziani e quindi aumentare la loro fiducia e indipendenza

  • Crescenti segnalazioni di "sentirsi bene", comprese segnalazioni di euforia, più energia, rilassamento e calma


Danzaterapia per l'autismo

La danzaterapia si è dimostrata utile in molte età e gruppi sociali diversi.

In effetti, i bambini con autismo rispondono bene agli interventi di danza (Athanasiadou & Karkou, 2017).

I ricercatori hanno riportato miglioramenti significativi nella capacità dei bambini di formare relazioni in risposta a tecniche legate alla danza, come l'aumento della consapevolezza fisica, il rispecchiamento e la sintonizzazione e il gioco di ruolo (Athanasiadou & Karkou, 2017).

Benefici simili sono stati riportati in altri gruppi con bisogni speciali correlati, tra cui il disturbo da deficit di attenzione e iperattività e la sclerosi multipla (Karkou et al., 2017).


Come danzare può aiutare con depressione e traumi "La depressione è una malattia medica invalidante caratterizzata da sentimenti persistenti e onnicomprensivi di tristezza, perdita di interesse o piacere in attività normalmente piacevoli, nonché problemi nella regolazione delle emozioni" (Karkou et al., 2017, p. 839). I movimenti del corpo associati alla danzaterapia si sono dimostrati un trattamento efficace per la depressione, in quanto incoraggiano l'espressione e la regolazione emotiva (Karkou et al., 2017). Il trauma infantile può avere effetti di vasta portata sull'individuo e alcuni studi suggeriscono addirittura che, senza supporto, il corpo può trattenere quel dolore e quell'ansia per molti anni. Gli interventi di consapevolezza del corpo e movimento basati sulla mindfulness della danzaterapia possono aiutare le vittime di traumi a sviluppare un senso di sé più forte e imparare a relazionarsi con i propri sintomi corporei in modo diverso (Karkou et al., 2017).

RIFERIMENTI

  • Associazione americana di danzaterapia. (nd) Casa . Estratto l'8 maggio 2023 da https://www.adta.org/.

  • Athanasiadou, F., & Karkou, V. (2017). Stabilire relazioni con bambini con disturbi dello spettro autistico attraverso la psicoterapia del movimento della danza: un caso di studio che utilizza l'indagine artistica. In S. Daniel e C. Trevarthen (a cura di), Ritmi di relazione nelle terapie per bambini (pp. 272–292). Jessica Kingsley.

  • Barton, EJ (2011). Movimento e consapevolezza: una valutazione formativa di un programma di danza/movimento e terapia yoga con partecipanti che soffrono di gravi malattie mentali. Giornale americano di danzaterapia , 33 (2), 157–181.

  • Burkhardt J., & Brennan C. (2012). Gli effetti degli interventi di danza ricreativa sulla salute e il benessere di bambini e giovani: una revisione sistematica. Arte e salute , 4 , 148–161.

  • Fernandez-Arguelles, E., Rodriguez-Mansilla, J., Antunez, L., Garrido-Ardila, E., & Munoz, R. (2015). Effetti della danza sul rischio di caduta fattori correlati di anziani sani: una revisione sistematica. Archivi di gerontologia e geriatria , 60 , 1–8.

  • Karkou, V., Oliver, S., & Lycouris, S. (a cura di). (2017). Il manuale di Oxford della danza e del benessere . La stampa dell'università di Oxford.

  • Lachetta, GV (nd). Esercizi di danzaterapia parte 2 . SessionLab. Estratto il 5 maggio 2023 da https://www.sessionlab.com/methods/dance-therapy-exercises-part-2.

  • Loman, ST (2005). Danza/movimentoterapia. In CA Malchiodi (a cura di), Terapie espressive (pp. 68-89). Guildford Press.

  • Strassel, JK, Cherkin, DC, Steuten, L., Sherman, KJ, & Vrijhoef, HJ (2011). Una revisione sistematica delle prove per l'efficacia della danzaterapia. Terapie alternative in salute e medicina , 17 (3), 50–59.


2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page